Cari operatori di pastorale familiare,
volentieri condividiamo con voi il materiale che stiamo utilizzando nei percorsi in preparazione al Sacramento del matrimonio. Si tratta di materiale da noi elaborato progressivamente nel corso degli anni, come frutto non solo e non tanto di formazione e di studio, che pure ci appassionano, ma anche di ascolto, di incontri e confronti a quattr’occhi con le coppie, di riflessioni sulla realtà che ci circonda. E a questo proposito, il contesto culturale, e di riflesso spirituale, in cui siamo immersi si è presentato a noi sempre più come un campo deserto, in cui tentare di seminare germi di fede.

La preparazione del terreno si è concretizzata nella scelta di far sperimentare e gustare ai nubendi la bontà della vita di comunione, sia come realtà di coppia, che come frutto di dinamiche relazionali al di fuori di essa. Il nostro desiderio è primariamente quello di far cogliere la bellezza dello stile comunionale. Come? Anzitutto vivendo la fraternità nell’equipe di servizio e proponendola per osmosi all’intero gruppo dei nubendi, così da far recepire la comunione come una delle realtà costitutive della Chiesa.

L’accoglienza senza giudizio, premurosa e gioiosa, crea più facilmente le condizioni per una progressiva apertura della mente e del cuore alla verità, a quella Verità che è a fondamento dell’umanità e che vuole elevarla, affinché si realizzi in pienezza e sperimenti quella gioia a cui è destinata “fin da principio”. 

Si è rivelato propizio anche iniziare la semina a partire da ciò che ci accomuna con chi ancora non ha intrapreso alcun cammino di fede: l’umano, nella sua ricchezza e bellezza, ma anche nella sua vulnerabilità, a partire dalla nostra, personale e di coppia. Su questo terreno ciascuno può sentirsi capito, può avere qualcosa da dire e da condividere con gli altri. Nell’umano tutti si sentono a casa, in qualche modo protagonisti.

Lanciare perciò assieme alle coppie uno sguardo critico sui virus culturali che attaccano il sistema immunitario della vita familiare ha favorito il successivo ascolto e l’apertura verso una prospettiva di fede, verso la possibilità di aprire a quel Terzo che offre gratuitamente e in abbondanza tutti gli antivirus necessari affinché la coppia cresca sana e tenda a una stabilità.

Guardare assieme a loro, come secondo passo, la bellezza e la sfida dell’accoglienza delle diversità del maschile e del femminile spalanca facilmente altri orizzonti di senso, e crea i presupposti per una relazione di coppia meno competitiva e più fondata sulla misericordia. Quindi proponiamo una riflessione sulla comunicazione, sulle dinamiche conflittuali e conseguentemente sul perdono, per entrare a questo punto nella dimensione della fede e nel mistero e bellezza del sacramento del matrimonio. In questo tipo di percorso, lasciamo anche spazio all’intervento di esterni per trattare di dono della sessualità e della genitorialità, come pure degli aspetti giuridici del matrimonio e del rito (sacerdote).

I principi ispiratori di questo approccio sono quelli della gradualità e del rispetto della condizione spirituale dei nubendi. Il passaggio proposto è dunque dall’uomo, che è figlio molto amato, per arrivare a Dio che è Padre misericordioso, Figlio, nato, morto e risorto per amor nostro, Spirito Santo, presenza d’amore vivificante.

Al testo che qui vi offriamo va affiancato, o meglio, fatto precedere e seguire, l’intervento del sacerdote d’equipe, che può condurre le coppie al gusto per la preghiera e per la Parola, da lui opportunamente scelta per ogni incontro, così da dare corpo spirituale ai diversi contenuti. Ci pare importante lasciare la scelta delle preghiere e delle Letture al sacerdote, che, non abbiamo dubbi, sarà ispirato dallo Spirito Santo.

Normalmente, coinvolgiamo in vari modi alcune coppie della comunità nella preghiera di intercessione per i nubendi, consapevoli che la preghiera è fonte di fecondità, alimento di comunione, presupposto della Sua Presenza.

Buon lavoro nella vigna del Signore!

Daniela Favaro e Marco Baratella

Allegati

Temi del percorso
Video di mons.Renzo Bonetti sulla bellezza del matrimonio
Estratto dal film “Amore, bugie e calcetto”
Estratto dal film “Casomai”
Immagine sull’arte del kinsugi

Questionario per la verifica finale

Clicca qui per compilare la verifica del percorso dell’anno pastorale 2019-2020